26/06/2011

Campionati Italiani Assoluti


L'edizione di Torino dei campionati assoluti sarà ricordata a livello nazionale per la scarsa partecipazione in termini numerici, ma per quanto ci riguarda è un'ulteriore conferma dell'alto livello raggiunto dalla nostra squadra a livello nazionale. Torniamo a casa da Torino con 3 medaglie e 7 ulteriori piazzamenti tra i primi 8. Argento per Audrey Alloh (maglia Fiamme Azzurre) che cede di 4 centesimi (peccato per la partenza non felicissima...) alla sua bestia nera Ilenia Draisici e manca di un soffio l'appuntamento con il primo titolo assoluto della carriera. Un secondo posto che comunque la conferma tra le migliori velociste italiane al momento sulla piazza. Medaglia di bronzo per Giovanni Bellino che in un 1500 tattico riesce a trovare il guizzo giusto per acciuffare il podio alle spalle dei portacolori dell'Esercito Crespi e Riffesser. Bronzo anche per una stupefacente 4x400 (Mattei-Fedele-Crispino-Morizio) che con quattro frazioni vicine al limite dei singoli atleti realizza il nuovo record sociale di 3'15"78 (che poteva valere anche l'argento se la staffetta delle Fiamme Oro non fosse stata ammessa dal settore tecnico pur senza aver realizzato il minimo di partecipazione; come sempre le società militari sono "più uguali degli altri"...). Ben 4 i piazzamenti ai piedi del podio con Ilaria Galli nei 10 km di marcia (50'22"92), Federico Apolloni (maglia Aeronautica) nel disco, Manule Cominotto nei 5000 (bravissimo a correre sul suo ritmo disinteressandosi delle variazioni di ritmo degli altri e chiudendo in 14'05"51, record sociale e minimo per gli Europei under 23) e la 4x100 uomini (Corbinelli-Bruschi-Morizio-Barone). Quinto posto nei 10000 per Paolo Natali e sesto per Lorenzo Cappellini nell'alto (con il nuovo record sociale di 2,14 e con tre tentativi falliti al limite dei 2,18, minimo per gli europei under 23). Finale per Camilla Fiorindi nei 200 (chiusa poi, un po' stanca, all'ultimo posto) dopo il 9° posto nella distanza più breve. Sui loro limiti Silvia Del Fava (10^ sui 5000 in 17'02"27 nonostante qualche acciacco) e Gianlorenzo Ferretti (10° nel martello con il personale di 60,68). Così così Gessica Serra, Ambra Julita, Dario Ceccarini e Marco Cappetti, tutti fuori dalle rispettive finale e comunque lontani dai personali.

Risultati