15/06/2008

Campionati Italiani Juniores e Promesse


Ormai fa notizia solo se non vince, quindi possiamo dire che a Torino le cose si sono svolte nella norma. Titolo Italiano Promesse sui 100 (dopo i 60 indoor) per Audrey Alloh che regola in 11"66 (davvero notevole vista la pista bagnata e il leggero vento contrario) le compagne di nazionale Salvagno e Arcioni. Ancora secondi posti invece per i discoboli Federico Apolloni e Ambra Julita, che dopo quello invernale devono rinunciare anche al Titolo Promesse estivo. Se però per Ambra non ci sono rimpianti in quanto la vincitrice Giulia Martello era a più di 3 metri, a Federico i 31 cm presi da Diego Centi (52,90 contro 52,59) bruciano indubbiamente, anche perchè il suo personale è di 54,31... Ottime notizie dalle pedane dell'asta Promesse con Tommaso Boni che valica l'asticella posta a 4,30 al primo tentativo e chiude al 5° posto la prova maschile, mentre Claudia Benedini porta il record sociale a 3,60 ed è quarta in campo femminile. Bene anche Marco Cappetti, che chiude al 5° posto (53"74) la finale dei 400 hs Promesse, e Valentina Raspa, 7^ nel martello (con il personale e record sociale di categoria portato a 43,87 dopo due anni) e 8^ nel peso tra le Juniores. Nella norma le prestazioni di Giacomo Dalprà (eliminato in semifinale nei 110 hs Juniores), Lorenzo Cappellini (1,80 sotto la pioggia nell'alto Juniores) e Katia Litsvinenka (11,60 nel triplo Juniores). Un po' sottotono infine le prove di Stefano Lisi, fermo a 6,37 (anche se con -2,7 di vento) nel lungo Promesse e Luisa Djabali, che non va oltre un 11,09 (dopo due nulli) nel triplo Juniores.

Risultati