22/12/2015

Rinnovata la partnership con Asics


La Firenze Marathon annuncia il rinnovo del contratto di sponsorizzazione con Asics per i prossimi cinque anni sia per quanto concerne la maratona sia per quanto concerne la società di atletica consorella, l’Atletica Firenze Marathon, che quest’anno ha partecipato alla Finale di serie A Oro dei campionati di società, tra le migliori 12 squadre italiane, sia con la squadra maschile che con quella femminile. A dare l’annuncio, proprio durante l’annuale festa della società di atletica, è stato Giancarlo Romiti, presidente del Comitato organizzatore della maratona di Firenze e tra i fondatori, nel 1968, della società di atletica leggera fiorentina. L’accordo con Asics, azienda leader nel settore tecnico sportivo e fornitrice anche della nazionale italiana di atletica leggera, prevede un ulteriore ampliamento della collaborazione con nuovi sviluppi e iniziative, che comprendono anche le manifestazioni che ruoteranno intorno allo stadio di atletica Luigi Ridolfi, sede della società e della segreteria operativa di Firenze Marathon, di recente ristrutturato e rinnovato nel manto di gara con finanziamento a carico per i due terzi della spesa proprio di Firenze Marathon, col sostanziale contributo della Regione Toscana.

 

Nel corso della festa sono anche state anche assegnate le borse di studio che la Firenze Marathon elargisce ogni anno agli atleti più meritevoli affiliati all’Atletica Firenze Marathon, un contributo economico a riconoscenza dell’impegno degli atleti e dei rispettivi allenatori, per un ammontare complessivo di diecimila euro, che ha lo scopo di incentivare lo sviluppo dell’atletica, un incentivo e un premio agli atleti più forti e promettenti per sostenere i sacrifici necessari per mantenere la propria carriera ad alto livello (e possibilmente incrementarlo). I “premi Firenze Marathon” sono andati a Benedetta Cuneo, Letizia Marzenta, Luca Antonio Cassano, Giulia Aprile, Jasmine Al Omari, Leonardo Fabbri, Niccolò Tarchi, Niccolò Coppini, Ettore Grillo e Lorenzo Casini.

Nel dettaglio sono stati due i giorni di festa (la prima giornata dedicata al settore promozionale) per l’Atletica Firenze Marathon culminati con la cerimonia del pranzo e delle premiazioni per le squadre maschili e femminili del settore assoluto la domenica. Presso i locali sovrastanti la palestra Marathon Welness in viale Malta a Firenze, attiguo allo stadio Ridolfi, e che poche settimane fa ha ospitato il Centro stampa del Marathon Expo, era presente anche Alessio Piscini, presidente della FIdal Toscana: “Con il rifacimento dell'impianto Ridolfi – ha detto nel suo saluto - voluto e cofinanziato da questa società, si aprono prospettive interessanti per questo sodalizio e per l'atletica tutta”. “Un impianto, quello del Ridolfi - ha sottolineato Giovanni Carniani, presidente Fidal Provinciale - sempre attivo dalla mattina alla sera. Senza dimenticare i 32 anni di attività della maratona”. “Questa società – ha detto invece Sandra Barbieri, presidente del Comitato provinciale Libertas – ha da sempre coltivato l’abitudine a condividere la passione del campo e dello stare insieme, non solo la competitività”. Si è associato al messaggio anche Andrea Pieri, presidente regionale Libertas. “Lo spirito di divertimento e passione anima l'Atletica Firenze Marathon – ha invece detto Andrea Vannucci, assessore allo sport del Comune di Firenze – società che per 365 giorni l'anno lavora per la promozione dello sport”.

Poi sono stati premiati gli atleti più rappresentativi, oltre alle squadre assolute maschili e femminili. Premiati Audrey Alloh, velocista campionessa italiana indoor sui 60 metri e azzurra ai Campionati europei indoor; Benedetta Cuneo, campionessa italiana indoor e all’aperto nel salto triplo, Giulia Aprile, campionessa italiana Under 23 sui 1500 metri, Letizia Marzenta, campionessa italiana Under 23 nel salto con l’asta, Leonardo Fabbri, sul podio ai campionati italiani Juniores nel peso (2°) e nel Disco ( 3°), Manuel Cominotto, campione italiano 10 km su strada, Federico Apolloni, campione italiano invernale nel lancio del disco e bronzo ai tricolori estivi, tutti atleti che hanno vestito nel 2015 la maglia azzurra. E ancora Michele Oliva, argento ai Tricolori Juniores nel salto in lungo, Eleonora Bacciotti, bronzo ai tricolori invernali nel giavellotto, Niccolò Coppini, bronzo ai Tricolori juniores nei 5 km di marcia, Sofia Dini, bronzo ai Tricolori Allievi indoor sui 400 metri, Lucrezia Misuri, argento ai Tricolori di corsa in montagna Cadette.
Tra i Master Gabriele Caldarelli bronzo nella marcia 20 km ai Campionati Mondiali Masters, ai Campionati europei non stadia sia sui 10 che sui 30 km, a campionati italiani Masters indoor sui 3 km; Fiorella Casafina, argento ai Campionati italiani Masters nella marcia 5 km; Stefano Carpita un oro e un argento ai Tricolori invernali Masters nel martellone e nel martello.

Nella seconda parte delle premiazioni Maria Luisa Pezzati, moglie del compianto e indimenticabile presidente Giorgio Cantini, non senza suscitare commozione mentre lo speaker ricordava il consueto detto “Tendere al massimo nel segno del meglio”, ha poi premiato le squadre assolute.
Sono stati anche presentati i nuovi arrivati, i velocisti Francesco Patano e Valerio Rosichini.

In chiusura di cerimonia il lanciatore Federico Apolloni ha spiegato e dato precisazioni sulla vicenda antidoping in cui sono coinvolti i 26 atleti azzurri deferiti per i presunti controlli saltati, gli intoppi del sistema, la richiesta di risarcimento per i danni all'immagine chiesta dagli atleti tramite il loro avvocato.

Sabato pomeriggio invece presso lo stadio Luigi Ridolfi, oltre alla cerimonia di premiazione delle squadre del settore promozionale, erano andate in scena le gare campestri per gli iscritti ai Centri di avviamento allo sport, mentre per Ragazzi e Cadetti la sfida “in casa” è stata sui 200 metri, il salto in lungo e il lancio del peso. Al termine delle gare la società ha organizzato, nei locali della palestra Firenze Marathon Wellness, adiacente allo stadio, una merenda per festeggiare tutti insieme la conclusione di un’ottima annata.